I vertici nazionali della fisioterapia del Marocco a Castelfranco per TaoPatch

Si tratta di un dispositivo sviluppato da un team di esperti coordinato dal dr. Fabio Fontana e certificato CE al Ministero della Salute realizzato secondo le tecniche più innovative della nanotecnologia e/o della biofisica applicata alla medicina“

A Castelfranco Veneto il 24 e il 25 gennaio sono stati due giorni molto intensi per Moukhass Abdellali, responsabile dell’Unione marocchina dei Fisio-Kinesioterapisti del settore privato (in Italia corrisponde al presidente dell’Ordine dei Fisioterapisti Privati del Marocco) e El Mantaji Abdellatif presidente di UMPKSP, dell’Ordine dei Fisioterapisti del Marocco del settore pubblico. Entrambi hanno conosciuto il TaoPatch, un dispositivo sviluppato da un team di esperti coordinato dal dr. Fabio Fontana e certificato CE al Ministero della Salute realizzato secondo le tecniche più innovative della nanotecnologia e/o della biofisica applicata alla medicina.

«Per noi è una grande conferma, un nuovo traguardo –a parlare è il dr. Fabio Fontana, fondatore di TaoPatch– siamo entrati in contatto grazie a Mustapha El Hassnaoui, distributore di “Atlantic Medical” specializzato nel settore medico e dentale. Recandosi spesso in Europa, ha conosciuto TaoPatch attraverso il passaparola di altri medici, terapisti e dentisti che usano il nostro dispositivo. Cinque anni fa è venuto a due nostri corsi per capirne le funzionalità proprio perchè voleva importarlo in Marocco. All’epoca non avevamo la possibilità di segurli in modo adeguato anche perchè il Marocco va certificato in modo diverso dall’Europa: dietro c’è anche un consistente lavoro burocratico. E’ stato anche uno dei primi a interessarsi alla distribuzione all’estero. Prima di iniziare il lavoro sul Marocco ci è sembrato giusto formare un personale qualificato che poi avesse un ruolo di spicco in Marocco sia in ambito teorico che pratico».

I professionisti sono venuti dal Marocco per poter testare in prima persona il prodotto e verificarne la funzionalità. Hanno effettuato test e misurazioni come frequenza cardiaca, frequenza del cervello, stabilometria della postura, podoscopìa con e senza dispositivi per capire le azioni che hanno sul corpo. Moukhass Abdellali e El Mantaji Abdellatif hanno invitato il dottor Fabio Fontana a due congressi in Marocco in quanto hanno deciso di diffondere alle loro associazioni e ai loro rispettivi ordini che esiste una nuova tecnologia e pianificheranno la formazione a riguardo. Ha dichiarato Moukhass: «Per noi è stato illuminante conoscere e testare questo dispositivo perchè andrà a risolvere molti problemi per molti pazienti che non hanno trovato ancora una soluzione medica. Siamo davvero entusiasti. Lo proporremo a pazienti che abbiamo già in carico che soffrono di dolori di origine neuromuscolare o nervosa che hanno un ritorno frequente, cosicchè possano avere un sollievo. Mi ha colpito la possibilità di poterlo utilizzare in particolari casi neurologici, nella medicina dello sport e nella riabilitazione».

El Mantaji puntualizza: «Di TaoPatch mi hanno colpito i risultati che si hanno in patologie come il Parkinson o la Sclerosi Multipla: si ottengono dei miglioramenti davvero importanti per quanto riguarda il movimento, anche dopo poche sedute». Entrambi concludono: «Siamo stati molto contenti di aver conosciuto la squadra, siamo ansiosi di trasmettere ai pazienti e ai loro colleghi il metodo di valutazione e applicazione che abbiamo visto qui. Adesso stiamo preparando un programma di corsi ai quali presenzierà il professor Lomeo. Abbiamo organizzato già due congressi, i più grandi del Marocco. Il primo evento sarà a fine marzo durante “La giornata internazionale dei portatori di handicap” e si terrà a Rabat; e ci teniamo molto che il professor Lomeo possa fare una relazione in loco. Il secondo sarà il 4 aprile a Casablanca: sarà il congresso più grande del Marocco».

Presente anche il professore Alberto Lomeo, medico chirurgo specialista in chirurgia cardiaca, vascolare e cardiologia, responsabile medico scientifico Tao Technologies: «E’ sempre molto difficile portare questa tecnologia in altri Paesi, perchè è assolutamente rivoluzionaria. Ma il loro entusiasmo e con la loro conoscenza, renderanno facile l’utilizzo e la diffusione». Aggiunge Fontana: «Abbiamo professionisti provenienti da varie parti del mondo per partecipare ai nostri corsi di formazione, ma solo in Giappone, Francia e adesso Marocco, abbiamo un’organizzazione stabile. Di conseguenza il mercato si aprirà al nord Africa. L’incontro ha superato di gran lunga le aspettative: io e il mio staff siamo molto soddisfatti e i due presidenti si sono espressi in maniera davvero entusiastica. È importante avere dalla propria parte dei professionisti e professori come il professor Lomeo, che confermano la credibilità di TaoPatch, oltre le testimonianze».

 

Leggi l’articolo online cliccando qui:

http://www.trevisotoday.it/salute/castelfranco-marocco-taopatch-20-febbraio-2019.html

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *