Esame con pedana stabilometrica

Che cos’è l’esame con pedana stabilometrica?

 

 

La pedana stabilometrica è uno strumento elettronico attraverso cui, nell’ambito di una visita posturale, è possibile eseguire varie misurazioni in grado di indicare se vi sia o meno presenza di problematiche di natura neuromuscolare.

A che cosa serve l’esame con pedana stabilometrica?

Il funzionamento della pedana stabilometrica è basato sul fatto che il nostro corpo ha il fulcro a livello del piedi mentre la testa si muove con una certa frequenza. La pedana stabilometrica misura le oscillazioni destra-sinistra e avanti-indietro e verifica se queste sono coerenti con la frequenza di oscillazione tipica del corpo umano.

La diagnosi stabilometrica si basa in pratica sulla verifica che il corpo abbia un baricentro e che le oscillazioni rientrino all’interno di un range di normalità.

Se l’esame con pedana stabilometrica evidenzia misurazioni al di fuori del range di normalità il medico specialista disporrà l’esecuzione di ulteriori esami che possano evidenziare:

  • se i problemi messi in risalto derivino da problematiche legate alle catene muscolari anterioriposteriori o crociate
  • se si tratti di un problema ai piedi o agli occhi
  • se ci sia una coesistenza di varie cause di natura neuromuscolare.

Come si svolge l’esame con pedana stabilometrica?

Per eseguire l’esame con pedana stabilometrica il paziente viene fatto salire a piedi nudi su una pedana altatre centimetri e viene invitato a fissare un punto fisso davanti a sé.

Nel corso dell’esame vengono eseguite varie misurazioni della durata di 5,12 secondi l’una.

Tra le misurazioni effettuabili con la pedana stabilometrica ci sono:

  • misurazione a denti chiusi e occhi aperti per verificare l’esistenza di problemi di natura somatognatica
  • misurazione a occhi aperti e bocca aperta per vedere le reazioni allo stato normale
  • misurazione con gli occhi chiusi, per vedere se c’è un’alterazione del recettore ottico oculare
  • posizione normale
  • arrest position.

A seconda delle esigenze, la misurazioni possono essere eseguite con l’uso di plantari o mezzi plantari.

Durata dell’esame con pedana stabilometrica

L’esame con pedana stabilometrica ha la durata di pochi minuti. Il tempo varia in base al numero delle misurazioni che vengono effettuate.

Norme di preparazione dell’esame con pedana stabilometrica

L’esame con pedana stabilometrica non richiede una preparazione specifica.

Controindicazioni dell’esame con pedana stabilometrica

L’esame con pedana stabilometrica non ha controindicazioni.

Il testo è tratto da:
www.gavazzeni.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *